Login

2019-07-10 10:26:37

HonorFood by Neema

Umana Forma


Nome progetto

HonorFood by Neema

Sfida

Ridurre lo spreco del cibo lungo tutta la filiera agro-alimentare, dal produttore al consumatore.

Soluzione

È la composizione di questi 5 ingredienti: - la tecnologia: creare una piattaforma/sito con l’utilizzo dell’AI e un’App “Honor Food – HF” che faciliti l’incontro tra il “cibo invenduto/non utilizzato” e i cittadini. - il network: creare una comunità reale e virtuale di esercenti, di associazioni di categoria, di scuole, di enti locali perché dalla condivisione del progetto nascerà un cambiamento culturale per dar vita a nuovi comportamenti comunitari più rispettosi verso un bene prezioso come il cibo; - le iniziative culturali: organizzare degli eventi informativi ed educativi innovativi con gli studenti, le famiglie e tutti gli attori di una comunità per diffondere la cultura del rispetto del cibo; - il marketing sociale: progettare delle campagne di marketing sociale per far conoscere il progetto e le varie iniziative socio-educative sul tema “come onorare e rispettare il cibo”; - le politiche “Honor Food”: come la tecnologia può favorire delle innovative politiche sociali per immettere il cibo non utilizzato/venduto in nuovi circuiti di vendita/propositivi per ridurre i costi dello spreco, incentivare nuove vendite, tramite un modello di business sociale.

Innovazione sociale

Reinserire in un circuito commerciale e non il cibo che avrebbe preso la direzione del rifiuto nella GDO Grande Distribuzione Organizzata, Esercenti, Ristorazione, Mense e Famiglie gratuito o a prezzo scontato aumentando anche la redditività della propria attività, basti pensare che in Italia 1/3 ovvero 15 miliardi di € del fabbisogno alimentare diventano rifiuto, aggravando in aggiunta l’inquinamento ambientale. l’Innovazione sta in questi tre fattori, ridurre lo spreco alimentare, ridurre l’inquinamento aumentando la redditività della propria attività, attraverso il Network e la tecnologia della nostra Piattaforma.

Soluzione alternative

Ne esistono italiane ed estere. Per la maggior parte non applicano il servizio del pagamento on-line ma in loco e soprattutto non danno la possibilità della consegna a domicilio. Da qualche anno le italiane, mentre di recente hanno preso l’iniziativa del mercato italiano le App estere che nei loro paesi hanno avuto un discreto successo nonostante mancano della consegna a domicilio. Nella nostra realtà ci sono tutti gli ingredienti di tutte le App messe assieme coinvolgendo anche gli Enti locali e le Associazioni di categoria, in più nella nostra piattaforma l’Esercente potrà esporre anche tutti gli altri alimenti della propria attività e non solo quelli no spreco da reinserire in offerta scontata. Inoltre la piattaforma ospiterà anche altre realtà diverse dal cibo ma che comunque vanno a ridurre lo spreco in generale e il conseguente inquinamento ambientale.

Flusso in entrata

I ricavi proverranno da tutti gli attori Istituti di credito, Enti, Produzione, GDO Grande Distribuzione Organizzata, Esercenti, Ristorazione, Mense, Famiglie e qualsiasi attività che produca e commercializza cibo. Gli Enti daranno un ricavo indiretto nella riduzione della tassa sui rifiuti a tutti gli attori che faranno parte del Network dopo averne dimostrato la riduzione dello spreco alimentare, dando a noi invece il supporto necessario che l’Ente può dare per realizzare il nostro progetto. Sensibilizzando anche gli Istituti di credito alla sponsorizzazione del progetto. Inoltre dai Fondi del Ministero dello sviluppo economico per il nostro progetto con finalità sociali. A regime in tutti gli altri attori come GDO, Esercenti e Ristorazione verrà applicata una percentuale su tutte le transazioni no spreco all’interno del circuito, dando anche eventualmente un contributo per gli altri servizi accessori. Come un eventuale collegamento e-commerce, sito web individuale o ad esempio ricavi da Banner promozionali all’interno della Piattaforma.

Investimento iniziale

Il calcolo approssimativo per la realizzazione del progetto si inquadra in circa €36.000 il primo anno suddivisi in €12.000 realizzazione della Piattaforma e altrettanti per il suo mantenimento, €12.000 costi Generali (Gestione, Pubblicità e Marketing). Il costo di €36.000 si considera anche come spesa annuale per gli anni successivi al primo, suddivisi in €12.000 supporto AI nella Piattaforma, €12.000 mantenimento Piattaforma, €12.000 costi Generali (Gestione, Pubblicità e Marketing). Contando di raggiungere un attivo esponenziale successivamente al terzo anno.

Partner potenziali

Le Regioni, Province, Comune, Associazioni di categoria, Banche e inoltre Produttori di Elettrodomestici e Aziende sensibili alla riduzione dello spreco alimentare ed inquinamento ambientale.

Team

TEAM “Neema”: Ermes, Alessandro, Emanuela, Nicola, Marco, Nicola, Lorenzo.

Qui puoi trovare l'elenco dei file condivisi utili a comprendere meglio il progetto.

Nome fileDimensione