Login

2019-12-04 18:55:17

28/11/ 2019 - I Valori scendono in campo: la contaminazione tra sport e impresa

Cesare Granati


Giovedì 28 Novembre il Bottagisio Sport Center ed in particolare il centro federale di scherma, è tornato ad ospitare INN-Veneto, ad essere luogo di aggregazione degli attori che animano la vita socioeconomica del territorio. Aziende locali e professionisti di vari settori hanno scambiato idee ed ambizioni tra loro, confrontandosi con il mondo dello sport, con le dinamiche che legano la gestione di uno spogliatoio e quella di un team aziendale. Le imprese che hanno partecipato a  I Valori scendono in campo, infatti, hanno potuto ascoltare le testimonianze degli uomini del Chievo, il Presidente Campedelli, il “mito” Pellissier e l’allenatore della prima squadra Michele Marcolini: “il fatto che le aziende possano vivere gli ambienti dello sport, credo sia positivo e da cui possano trarre giovamento” spiega il mister “il mondo della sport è un mondo pulito, dove le persone iniziano sempre per passione: è grazie alla passione che i ragazzi fanno fatica, che si trovano a collaborare in un gruppo, che imparano a valorizzare il compagno prima di se stessi. Questa è una caratteristica dello sport che può aiutare anche le imprese, oltre alla gestione delle risorse umane. Per noi allenatori sono i giocatori, per le aziende i dipendenti, e nonostante siano mondi diversi la gestione è simile. Il confronto è sempre un fattore positivo, può far emergere le differenze ma soprattutto le similitudini e per la mia esperienza è importante guardare ad altri mondi, agli spunti che possono darti.” 

 

L’evento, organizzato da Maieutiké in collaborazione con Umana Forma, è stato coordinato da Gianluca Cappellato, formatore, che ha guidato i partecipanti durante la serata introducendo le metodologie di lavoro e i concetti della formazione esperienziale, per presentare i benefici che derivano dalla contaminazione tra formazione aziendale e mondo dello sport e per sottolineare l’importanza di creare partnership sul territorio: “da poco le aziende hanno capito il valore dello sport quale metafora dell’esperienza aziendale. Tutto quello che avviene in azienda lo ritroviamo nello sport e viceversa: non è un modello nuovo, sono tanti gli sportivi che hanno avuto successo raccontando queste dinamiche, ma adesso è possibile andare oltre. Infatti, la formazione esperienziale, attraverso il fare e la metafora dello sport, diventa un acceleratore, riuscendo ad ottenere risultati concreti e diffusi all’interno dei gruppi di lavoro” sottolinea Cappellato.

 

Il Veneto e il suo ecosistema ancora protagonisti e ancora all’avanguardia, rimanendo fedeli ai valori della tradizione. “Il Chievo è una famiglia” racconta Andrea Ragno, di TOMMASI VITICOLTORI “un’impresa familiare che è arrivata ad ottenere grandi risultati”. Valori comuni che legano tra loro i partecipanti “è stimolante confrontarsi con altre aziende che condividono i nostri valori, la nostra sensibilità e scoprire che abbiamo problemi, ambizioni, obiettivi molto simili pur venendo da settori differenti” testimonia Nitya Cristina Burato, di TECNOEST. 

 

Prima di lasciare la palestra di scherma, trasformata in spazio di coworking per una sera, i partecipanti hanno potuto ascoltare anche la testimonianza di Michele Cordioli, Vice Presidente di Paluani, che ha invitato i presenti a visitare l’azienda, un’altra realtà che si fonda su passione e tradizione, mettendo le persone al centro: “i nostri dipendenti sono il nostro valore aggiunto”. 

 

Il Bottagisio Sport Center si dimostra ancora una volta cornice perfetta per stimolare incontro e confronto, per testimoniare l’importanza del network territoriale e per costruire cultura e competenza, facendo interagire tra loro mondi apparentemente diversi ma in realtà molto simili in quanto accomunati da medesime sfide, obiettivi e valori, i medesimi promossi da INN Veneto